1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

AGEVOLAZIONI PER LA PROMOZIONE DELL'ECONOMIA LOCALE

 

Il decreto crescita (Dl 34/2019 convertito dalla legge 28 giugno 2019 n. 58), all'articolo 30-ter, ha introdotto agevolazioni per la promozione dell'economia locale rivolte all'ampliamento di esercizi commerciali esistenti o alla riapertura di esercizi chiusi da almeno sei mesi, situati nei territori di comuni fino a 20.000 abitanti. I soggetti esercenti potranno ottenere l'erogazione di un contributo, finanziato dallo Stato, calcolato in base ai tributi comunali dovuti e regolarmente versati nell'anno precedente a quello in cui viene presentata la richiesta di accesso al beneficio.

Le  agevolazioni sono rivolte a favore dei soggetti esercenti attività nei settori dell'artigianato, del turismo, della fornitura di servizi destinati alla tutela ambientale, alla fruizione di beni culturali e al tempo libero, nonché del commercio al dettaglio, limitatamente agli esercizi di vicinato e alle medie strutture di vendita, compresa la somministrazione di alimenti e di bevande al pubblico.

L'articolo 30 ter, però, non manca di escludere alcune attività dalla possibilità di fruire delle agevolazioni in ragione di una evidente valutazione di meritevolezza, e in particolare restano escluse:
-          l'attività di compro oro, definita in base al d.lgs. 25 maggio 2017 n. 92;
-          le sale per scommesse;
-          le sale che detengono al loro interno apparecchi da intrattenimento per il gioco d'azzardo (articolo 110, comma 6, lettere a) e b), del Regio decreto n. 773/1931).

Sono esclusi dalle agevolazioni, inoltre, evidentemente per evitare strumentalizzazioni della norma:
-          i subentri, a qualunque titolo, in attività già esistenti precedentemente interrotte;
-          le aperture di nuove attività;
-          le riaperture, conseguenti a cessione di un'attività preesistente da parte del medesimo soggetto che la esercitava in precedenza o, comunque, di un soggetto, anche costituito in forma societaria, che sia a esso direttamente o indirettamente riconducibile.

Le agevolazioni previste dal presente articolo consistono nell'erogazione di contributi per l'anno nel quale avviene l'apertura o l'ampliamento degli esercizi e per i tre anni successivi. La misura del contributo di cui al periodo precedente è rapportata alla somma dei tributi comunali dovuti dall'esercente e regolarmente pagati nell'anno precedente a quello nel quale è presentata la richiesta di concessione, fino al 100 per cento dell'importo.

I contributi sono erogati a decorrere dalla data di effettivo inizio dell'attività dell'esercizio, attestata dalle comunicazioni previste dalla normativa vigente. Possono beneficiare dei contributi i soggetti esercenti in possesso, delle abilitazioni e delle autorizzazioni richieste per lo svolgimento delle attività.

Le agevolazioni si applicano a decorrere dal 1° gennaio 2020.

La richiesta di contributo deve essere redatta in base a un apposito modello, corredato da dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante il processo dei requisiti prescritti. La domanda deve essere presentata entro, e non oltre il 28 febbraio di ogni anno, all'Ufficio Tributi del Comune di Coriano.  

 
 

POTETE SCARICARE QUI IL