1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione

CATTIVI ODORI ZONA RAIBANO S.ANDREA IN BESANIGO - COMUNICATI ARPAE 25 E 26 OTTOBRE 2018

Come raccogliere gli oli alimentari


L'olio non va versato direttamente nel contenitore ma deve essere conferito all'interno di normali bottiglie o flaconi in plastica, chiusi con il loro tappo. L'olio alimentare esausto può essere sempre conferito anche presso le stazioni ecologiche di Hera presenti sul territorio.Un rifiuto altamente inquinante può diventare una risorsa.
Lo scarto dei comuni oli vegetali da cucina costituisce un rifiuto con potere altamente inquinante, in particolare se smaltito attraverso gli scarichi domestici e la rete fognaria. 
Un Kg di olio vegetale esausto può distribuirsi fino a ricoprire una superficie di 1000 mq, inoltre la depurazione delle acque inquinate da olio richiede costi energetici di trattamento fino a 3kWh per ogni Kg impropriamente smaltito, oltre ai costi medi per la manutenzione degli impianti di depurazioneHera, una volta raccolti gli oli alimentari esausti, li avvia a recupero prevalentemente per la produzione di energia in impianti di cogenerazione oppure per la produzione di biodiesel.

Ordinanza "Provvedimenti e misure di prevenzione per la salvaguardia della qualità dell'aria nel territorio comunale"



In adempimento alle disposizioni normative regionali, anche il Comune di Coriano si è dovuto dotare di un'ordinanza relativa ai caminetti, stufe a legna, pellet da ottobre 2018 .
Si è trattato di un atto dovuto al fine di non incorrere nelle sanzioni amministrative e pecuniari che avrebbero avuto ricaduta economica sui cittadini e per non rimanere esclusi da eventuali prossimi finanziamenti regionali finalizzati a sostenere gli interventi di adeguamento.


Il comunicato :
Come annunciato abbiamo aspettato fino ad ora in quanto il Sindaco Spinelli e l'assessore all'ambiente Anna Pazzaglia avevano in programma l'incontro con l'assessore regionale Paola Gazzolo confermato per lunedi 8 ottobre,  per confrontarsi sulla criticità e l'impatto che le misure delPiano Aria integrato regionale (Pair 2020) hanno sul   territorio.
Il Comune di Coriano, posto ad una altezza al di sotto dei 300 m slm e con una popolazione di poco superiore alle10.500 persone, è soggetto alle limitazioni per quanto riguarda gli impianti di riscaldamento a biomassa (legna e pellets).
La premessa che ci è stata ricordata dall'assessore Gazzolo  è che già nel  settembre 2017, da parte della Regione, erano state indicate le restrizioni in merito a questi impianti ma praticamente nessun comune le aveva recepite.
La problematica nasce dalla necessità di risanare la qualità dell'aria e in particolare di ridurre le concentrazioni di ossido di azoto e di PM10, inquinanti per i quali ancora si  verificano superamenti dei  valori limiti nelle zone di pianura del territorio regionale .
In data 17 maggio 2018 L'Italia è stata deferita alla Corte di giustizia europea per non aver adottato misure e piani adeguati a raggiungere il rispetto dei valori limite del PM10 , venendo meno all'obbligo di mantenere il periodo di superamento il più breve possibile.
Le aree regionali interessate dal deferimento sono attualmente le zone denominate  Pianura Est e PianuraOvest . Coriano si trova in Pianura Est.
Per questo motivo, la sanzione verrà pagata inizialmente dallo Stato Italiano ma che poi si rivarrà sulle Regioni che a loro volta si rivarranno sui comuni che non hanno messo in atto le misure indicate per risanare la qualità dell'aria e che non hanno emesso l'ordinanza relativa.
La Regione   nel 2017  ha   adottato   misure  previste  dal Piano aria integrato regionale approvato dall'Assemblea legislativa senza voti contrari , insieme e in  accordo anche con Piemonte, Lombardia e Veneto,  per la riduzione progressiva dell'uso dei vecchi caminetti aperti.
Il caminetto aperto   è infatti una importante fonte di inquinamento non solo all'esterno ma anche all'interno della abitazione . In Emilia-Romagna oltre il 50% delle emissioni di Pm10 è dovuto al riscaldamento domestico a biomassa ( legna o pellets).  Le emissioni di un camino aperto tradizionale sono stimate in 2.880 tonnellate di Pm10 all'anno e quelle di una stufa a legna di 1.228, a fronte delle 17 tonnellate all'anno degli impianti a metano (dati 2013 Inventario emissioni di Arpae).
L'obiettivo comune alle quattro Regioni è quello di ridurre progressivamente l'utilizzo dei vecchi caminetti, altamente inquinanti. Per questo, dal  1^ ottobre 2018 si possono installare  solo impianti di classe 3 o superiore e dal 1^ gennaio 2020 si potranno installare solo impianti di classe 4 o superiore.


 Nel dettaglio:


Nessuna limitazione o divieto d'uso dei caminetti tradizionali, delle stufe o "caldaiette" quando costituiscono il solo impianto di riscaldamento dell'abitazione o dei locali interessati. Quindi, se in casa non ci sono termosifoni o altri tipi di impianti di riscaldamento, i caminetti possono essere accesi e utilizzati.
Allo stesso modo, nessun divieto  di accensione e utilizzo, per cucinare cibi o per fini commerciali ( ristoranti , pizzerie, ecc)  in tutto il territorio regionale .
Infine, utilizzo libero per gli impianti a biomassa (legna o pellet) di classe 2 stelle o superiore (la classe di appartenenza è indicata nella documentazione fornita dal costruttore e consegnata all'acquisto), nei quali rientra la stragrande maggioranza di quelli recenti o di nuova installazione come quelli acquistati con il contributo del Conto termico nazionale, che incentiva interventi per l'incremento dell'efficienza energetica e la produzione di energia da fonti rinnovabili per impianti di piccole dimensioni.
Dal 1° ottobre 2018, e per il periodo autunno-inverno, fino al 31 marzo 2019, si confermano pertanto le restrizioni già in vigore nel 2017 per i camini aperti tradizionali (senza sportello a chiusura della sede di fiamma) e le "caldaiette" con efficienza energetica inferiore al 75%, ossia quelle meno efficienti e più inquinanti, di classe "1 stella". Il divieto riguarda però solo le abitazioni dotate di sistemi alternativi di riscaldamento (ad esempio i termosifoni), nelle aree situate sotto i 300 metri di altitudine.
Concludo informando che l'assessore Paola Gazzolo nell'incontro di lunedi 8 ottobre ci ha preannunciato per il 2019 incentivi per la sostituzione di caldaiette e stufe con apparecchiature maggiormente performanti   e che tali incentivi saranno possibili solo per i cittadini residenti nei comuni che hanno emesso l'ordinanza .
Coriano, 13 ottobre 2018

 
 

Anello 132 kV Rimini-Riccione

Si è tenuto in data 4 ottobre 2018  presso il  Municipio di Coriano l'incontro tra Terna Spa e il sindaco Domenica Spinelli. All'ordine del giorno l'intervento "Anello 132 kV Rimini-Riccione" finalizzato a interrare il sistema elettrico dell'area, soprattutto durante la stagione estiva durante la quale i consumi elettrici aumentano notevolmente. Un'operazione dicono da Terna volta a rendere più sicuro ed efficiente il sistema elettrico della zona.Domenica Spinelli, a margine dell'incontro, ha espresso molta soddisfazione: "Siamo contenti di aver intrapreso questo percorso di condivisione su un progetto impattante e migliorativo per il territorio, sia dal punto di vista ambientale che estetico. Nella presentazione del progetto abbiamo già sottoposto alcune richieste nell'ottica migliorativa, soprattutto inerente al punto in cui termina l'intervento. Soddisfatti per la quantità di tralicci, che grazie all'interramento della linea, verranno dismessi. Grazie a questa metodologia di lavoro siamo fiduciosi che la firma del protocollo arrivi nei tempi prestabiliti."  Nei dettagli, l'intervento prevede la realizzazione di circa 1,2 km di elettrodotto in cavo interrato che, una volta entrato in esercizio, permetterà la demolizione di circa 1,6 km di vecchie linee aree e 6 tralicci tra Coriano e  Sant'Andrea in Besanigo  
Nell'incontro, chieste dall'Amministrazione alcune variazioni a Terna, che si è resa disponibile all'analisi.

Corriere Romagna 05/10/2018

La raccolta differenziata  si farà anche negli uffici e nelle scuole

Corriere Romagna 09/10/2018
Corriere Romagna 09/10/2018

Posizionati nel territorio di  Coriano  altri 4   contenitori per la raccolta degli Oli Alimentari, oltre a quello già presente a Coriano centro.  Un'altro importante passo per la raccolta differenziata anche nell'ottica del servizio ai cittadini.
Nel mese di ottobre verrà  pianificato  un infopoint itinerante  nelle frazioni di Cerasolo, Mulazzano, Ospedaletto e S. Andrea in Besanigo

Allerta per il virus West Nile, ulteriori trattamenti antizanzara a Coriano

Settembre 2018   
A seguito dell'ordinanza regionale  e delle indicazioni dell'Ausl Romagna per l'esecuzione dei trattamenti contro la zanzara del genere Culex, per la prevenzione dell'infezione da virus West Nile, che prevede la necessità di eseguire interventi di lotta antilarvale fino al 30.09.18 ogni 15 giorni, l'amministrazione del Comune di Coriano ha provveduto ad integrare il programma di trattamenti già calendarizzati (quest'anno erano stati già previsti  7 passaggi ). Per ottemperare alle disposizioni sarà necessario fare eseguire un solo ulteriore trattamento a partire dal 24 settembre. Per l'ulteriore passaggio per trattare 3000 tombini è stato preventivata una spesa di oltre 1300 euro. Inoltre, l'ordinanza regionale individua le modalità di profilassi da seguire obbligatoriamente da parte di tutti i soggetti che sono autorizzati ad effettuare manifestazioni , anche su aree pubbliche, che comportino il ritrovo di molte persone all'aperto in ore serali in aree verdi fino al 30 settembre.  A questo proposito   è stato effettuato un trattamento della zona giardini e parco prima del Sangiovese Street Festival. La zanzara   per riprodursi ha bisogno di acqua e pertanto si raccomanda di seguire le regole per difendersi dalle zanzare e  impedirne la diffusione : svuotare bidoni, sottovasi e contenitori di acqua, evitare ristagni, controllare le grondaie, pulire i tombini , coprire i contenitori d'acqua non rimovibili"  All'ufficio Urp del comune sono ancora disponibili e gratuiti le confezioni di prodotti antilarvali che possono essere ritirate dai cittadini che potranno così trattare i tombini posti nelle proprietà private"

La moltiplicazione dei gatti

 
13/07/2018 Corriere Romagna
13/07/2018 Corriere Romagna

Il Comune di Coriano ha sottoscritto, la scorsa settimana con le Guardie Ecologiche Volontarie (GEV Rimini), una convenzione che prevede fino al 31.12.2019 che le GEV cooperino con i servizi di polizia locale per il controllo del territorio, per la prevenzione e accertamento degli illeciti amministrativi contro la natura, l'ambiente e il territorio. 
Tra le attività delle GEV anche quelle d i monitoraggio e controllo ambientale di parchi e giardini, tutela del verde pubblico, controllo della corretta conduzione dei cani e del mancato benessere degli animali, controllo del corretto conferimento dei rifiuti e controllo selettivo dei sacchetti e rifiuti abbandonati.E' possibile cooperare con l'attività delle GEV come volontari e anche con segnalazioni partecipate da inviarsi via mail a
 gevrimini@tin.it
oppure tramite il sito www.gevrimini.it 
Potranno essere segnalate situazioni di degrado o problematiche relative all'abbandono di rifiuti, comportamenti scorretti riguardo all'ambiente o agli animali, favorendo così le indagini al riguardo.
L'ambiente è un bene di tutti e tutti noi abbiamo il diritto di vivere in un luogo decoroso, e quindi si richiede la massima collaborazione da parte di tutti i cittadini.

Lotta alla zanzara tigre
campagna 2018

LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE anno 2018

La prevenzione è la più efficace arma contro la proliferazione della zan zara tigre.
Corretti comportamenti che devono essere tenuti dai cittadini per migliorare non solo il decoro urbano e della comunità ma riducono la possibilità di attivare focolai di sviluppo della zanzara.Quindi rimozione di oggetti in cui possa raccogliersi l'acqua piovana, eliminare ristagni d'acqua dai giardini, tenere sgombri sottovasi ed altri contenitori.
Utilizzare prodotti larvicidi nei laghetti ornamentali, fontane e griglie di scarico .Prodotti antilarvali verranno distribuiti gratuitamente insieme a tutto il materiale informativo per la lotta alla zanzara tigre al mercato:
Ospedaletto nei giorni giovedì 24 maggio e 7 giugno 2018
Coriano nei giorni lunedì 28 maggio e 11 giugno 2018
Sarà infatti presente un banchetto e un addetto della ditta Anthea che distribuirà i flaconcini di prodotto da utilizzare a casa e tutto il materiale informativo per ridurre la proliferazione della fastidiosa zanzara tigre.
I prodotti saranno comunque disponibili anche presso l'ufficio Relazioni con il Pubblico nella sede Comunale.

Quest'anno su Coriano in particolare si tratteranno per turno 3.000 tombini per n. 7 passaggi. Oltre a una tracciatura registrata punto per punto con il GPS al momento dell'erogazione del prodotto, i tombini trattati saranno marcati secondo una specifica legenda di colori, in modo da attestare l'avvenuto passaggio dell'operatore in campo. Il primo turno prevede la marcatura del colore rosso, poi a seguire a distanza di 25/28 giorni si tratteranno di nuovo i tombini con le seguenti marcature: 2° verde - 3° arancio - 4° viola - 5° nero - 6° blu - 7° marrone

In particolare, saranno controllati e trattati periodicamente le scuole, gli asili e i cimiteri, considerati aree sensibili e a maggior rischio infestazione.

Nei cimiteri sono stati posizionati anche contenitori di sabbia da cui attingere per riempire i vasi vuoti o quelli con fiori finti.

LA NOVITÀ DEL 2018: ANTILARVALE ECO-FRIENDLY

Nei tombini gli operatori di Anthea utilizzeranno un prodotto antilarvale di nuova concezione, un prodotto eco-friendly rispettoso dell'ambiente che controlla il ciclo vitale delle zanzare. La sostanza secondo la Commissione Europea non è classificata come biocida grazie alle sue peculiari caratteristiche. Il prodotto agisce, infatti, per azione fisico-meccanica, modificando la tensione superficiale dell'acqua presente nel tombino e non permette alle larve di zanzara la corretta assunzione dell'ossigeno atmosferico necessario per il loro sviluppo allo stadio adulto, portandole alla conseguente morte per anossia.
Anna Pazzaglia 
Assessore all'Ambiente

DATI 2017 SULLA RACCOLTA DEI RIFIUTI

IL COMUNE DI CORIANO DIMOSTRA CON I FATTI L'IMPEGNO PER L'AMBIENTE
Per il 2° anno consecutivo il Comune di Coriano conferisce all'Inceneritore meno rifiuti.

Rispetto allo scorso anno 200 tonnellate in meno pari al 8% che diventano 400 tonnellate per -13% rispetto al 2015.
Rimane pressoché costante il quantitativo del rifiuto differenziato +0.5%.
Cala del 2,4% la produzione di rifiuti totali nel Comune di Coriano.
Ogni Corianese produce 240kg di rifiuti indifferenziati (nel 2016 erano 262kg e 279kg nel 2015) e differenzia 512kg di differenziato (nel 2016 erano 511 e 445kg nel 2015).

Ottimi risultati per un Comune sempre più sostenibile.

Meno rifiuti agli Inceneritori più rifiuti recuperati, Coriano e i Corianesi fanno la loro parte.

STUDIO DI SOSTENIBILITÀ COMPARATIVA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI

STUDIO DI SOSTENIBILITÀ COMPARATIVA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI

 
 
 

RISPOSTA ARPAE A RICHIESTA INDAGINE SEGNALAZIONE ESALAZIONI MALEODORANTI E EMISSIONE DI FUMO

 
 
 
 

 

DATI 2016 SULLA RACCOLTA DEI RIFIUTI DIFFERENZIATI E INDIFFERENZIATI DEL COMUNE DI CORIANO

Rifiuti urbani 2016


In totale i rifiuti urbani e assimilati, prodotti nel 2016,aumentano del 7,5% rispetto al 2015 (a).
 Calano del 5,3% (a) però i rifiutiindifferenziati: Coriano non ha smaltito 150 tonnellate di rifiuti all'inceneritore.

 Da segnalare l'aumento del quantitativo degli Oli vegetalidel 12% (b) segno che la raccolta degli oli alimentari esausti (In viaGaribaldi a Coriano e al Centro Ambiente) sta procedendo sempre meglio.

 Sono aumentati del 35% i rifiuti tessili (C); a taleproposito è stata approvata una convenzione Comune, Atersir ed Hera per lasostituzione dei bidoni di conferimento del materiale tessile destinato alleassociazioni umanitarie.
 Nel 2016 le potature e gli sfalci del verde (d) sonoaumentati di 350 tonnellate (+35%) quasi tutti riconducibili all'aumentodell'attività comunale di cura del verde che ha visto l'acquisto e l'utilizzodi nuove attrezzature.
 Anche gli inerti e ingombranti (e) smaltiti presso il centroAmbiente sono in crescita: potrebbe essere l'effetto del nuovo Regolamento suiRifiuti, approvato nel 2015, che concede ai cittadini e anche alle piccoleditte di conferire piccoli quantitativi di rifiuti da demolizione presso ilCentro Ambiente.

 Come per gli inerti e gli ingombranti ci sono moltissimecategorie di rifiuto urbano che vengono conferiti presso il Centro Ambiente. Il15% di rifiuto differenziato raccolto è la testimonianza che la consapevolezzadei Corianesi sulla raccolta differenziata sta aumentando; oltre al Porta a Portaanche il Centro Ambiente di via Piane a Coriano sta funzionando.A tale proposito è stato presentato dal gestore in accordocon il Comune un progetto di ampliamento e ammodernamento del Centro Ambienteper migliorare l'accesso, il conferimento e lo stoccaggio dei rifiutiIn conclusione, il Comune di Coriano differenzia di più einvia sempre meno rifiuti ad incenerimento.
Il Comune di Coriano raggiunge questi risultatiattraverso progetti di raccolta differenziata che attestano il Comune comequello più impegnato negli ultimi due anni con investimenti almeno doppirispetto a qualsiasi altro e lo fa senza aumentare la TARI.

 
 
 
 

 
 
 
 

STUDIO DI SOSTENIBILITÀ COMPARATIVA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI

Lo Studio approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 99 del 15/07/2016 svolto dal Dipartimento di Scienze e Metodi dell'Ingegneria dell'Università di Modena e Reggio Emilia, ha l'obiettivo  di supportare i processi decisionali con una maggiore consapevolezza circa le potenziali conseguenze economiche ambientali e sociali connesse a modalità alternative di trattamento dei rifiuti. Viene pubblicato il primo step che sarà seguito poi da altre revisioni.

Inoltre viene pubblicata la tesi di Laurea che utilizza la stessa metodologia LCA e la stessa banca dati di comparazione incenerimento e trattamento meccanico biologico del sovvallo ( scarto della selezione di carta e plastica)

 
 
 
 

CONTROLLO RIFIUTI

CONTROLLO RIFIUTI

Dal 2014 il Comune di Coriano ha attivato un servizio di controllo del territorio affidandolo, per tramite Convenzione, al raggruppamento delle Guardie Ecozoofile Volontarie della Provincia di Rimini (GGEV)
I compiti delle GGEV sono fondamentalmente tre:  controllo dei conferimenti nelle isole ecologiche, cassonetti singoli o in generale nel territorio dei rifiuti sfusi e nei sacchetti, controllo degli animali domestici nelle aree pubbliche, informazione.
Le GGEV possono elevare sanzioni a coloro che non rispettano le ordinanze sindacali in materia di igiene e decoro urbano.
In particolare l'azione delle GGEV si è concentrata sui conferimenti dei rifiuti ad esempio presidiando nei week end le aree del Marano per contrastare il fenomeno dell'abbandono rifiuti durante i pic-nic domenicali e l'accensioni di fuochi, e sui conferimenti nelle batterie delle isole ecologiche, dei cassonetti e ultimamente del Porta a porta.

Le sanzioni

Dopo una prima parte in cui l'azione  è stata informativa a chi ha trasgredito le regole, le GGEV hanno elevato le prime sanzioni per errato conferimento.
Le sanzioni sono elevate dopo avere verificato la funzionalità dei sistemi di conferimento (calotta) ove presente ed esclusivamente fosse rinvenuto dentro al sacchetto non conforme un riferimento (bolletta, lettere di enti ) con cui si possa risalire  al responsabile  Non possono essere tenute in considerazione ad esempio le pubblicità con i riferimenti (potrebbe essere che vengano gettate da cassette comuni).

2014

2015

2016

OPUSCOLO INFORMATIVO RIFIUTI

OPUSCOLO INFORMATIVO RIFIUTI

 
 

 
 

Stato Avanzamento e risultati Raccolta Differenziata

Settembre 2015Forese Cerasolo Ospedaletto
Porta aporta frazione indifferenziata una volta a settimana
Potenziamentodei bidoni della raccolta differenziata carta plastica e vetro su strada (primaassenti)
Consegnagratuita contenitore, kit materiale informativo per compostaggio domestico perfrazione organica 

Luglio 2016 Completamento Forese ditutto il territorio Comunale
Porta aporta frazione indifferenziata una volta alla settimana
Porta aporta rifiuto organico due volte a settimana oppure consegna gratuita kitcompostaggio domestico
Potenziamentodei bidoni della raccolta differenziata carta plastica e vetro (prima assenti)  

I risultatidalla completa implementazione della raccolta differenziata del Forese: 

Luglio 2016 68,1% Agosto 2016 69,4% Settembre 2016  64,9%
Luglio 2015 59,9% Agosto 2015 55,1% Settembre 2015  58,8%

 Rispetto allo stesso trimestredello scorso anno +9,5% 
 Percentuale della Raccoltadifferenziata anno 2015 61%
 Al 30 settembre 2016 la raccoltadifferenziata è al 64,4% totale
 
 

 
 

Progetto approvato dalle Amministrazione di Coriano e Riccione "Studio di sostenibilità comparativo sulla gestione dei rifiuti in Emilia Romagna" dell'Università di Modena - Reggio Emilia

 

 
 

DOCUMENTI ENTI DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AD INCENDIO DEL 4/9/2016 PRESSO DITTA "HERAMBIENTE S.p.a."

 
 

 
 

Oli alimentari esausti

Oli alimentari esausti

 
 

 

AMPLIAMENTO PORTA A PORTA



Nelle frazioni di Coriano, Sant'Andrea in Besanigo comprese le località Passano e Puglie ed in parte di quelle di Cerasolo, Mulazzano e Ospedaletto verrà distribuito il kit per la raccolta rifiuti e materiale informativo tra cui una lettera di invito ad un incontro che si terrà

Martedì 17 maggio presso la Sala Isotta nel teatro CorTe di Coriano alle ore 21.00.

L'invito è esclusivamente rivolto ai cittadini interessati al nuovo Sistema di Raccolta.

Verrà illustrata la nuova modalità e date indicazioni su una serie di strumenti di informazione ed assistenza in collaborazione con il Gruppo HERA Gestore del Servizio di Raccolta dei Rifiuti.
L' Amministrazione ha intenzione di predisporre progressivamente per il Comune di Coriano un sistema di raccolta con tariffazione puntuale per i rifiuti.
L'obiettivo è quello di determinare un costo del servizio equo, nel rispetto del principio del "chi inquina paga", cioè chi meno differenzia e più produce rifiuti indifferenziati sosterrà i costi maggiori.
Il Progetto iniziato lo scorso anno in altre zone vede quest'anno il completamento nelle rimanenti zone del forese e per i prossimi anni sarà ampliato nei centri abitati e su più tipologie di rifiuti urbani.
Il Sistema sta ottenendo ottimi risultati ed ha innalzato la percentuale di Raccolta differenziata delle aree già interessate fino al 67%.

 
 

 
 

LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE

La prevenzione è la più efficace arma contro la proliferazione della zanzara tigre. Corretti comportamenti che neigiardini e terreni devono essere tenuti dai proprietari che migliorano non solo il decoro urbano e della comunità mariducono la possibilità di attivare focolai di sviluppo della zanzara.Questa'anno a maggior ragione vista l'epidemia di virus Zika in America Meridionale e Centrale.Quindi rimozione di materiale in cui possa raccogliersi l'acqua piovana , ristagni d'acqua dai giardini , teneresgombri sottovasi ed altri contenitori.Laddove presenti utilizzare nei laghetti ornamentali, fontane e griglie di scarico prodotti larvicidi.

Prodotti larvicidi che verranno distribuiti gratuitamente insieme a tutto il materiale informativo per la lotta alla zanzaratigre al mercato di Coriano nei giorni lunedì 23 maggio e 30 maggio e al mercato di Ospedaletto nei giornogiovedì 19 maggio e 26 maggio.

Sarà infatti presente un banchetto e un addetto della ditta Anthea che distribuirà i flaconcini di prodotto da utilizzare acasa e tutto il materiale informativo per ridurre la proliferazione della fastidiosa zanzara tigre. I prodotti sarannocomunque disponibili anche presso l'ufficio relazioni con il Pubblico nella sede Comunale.Il servizio prevede il trattamento dei tombini pubblici con larvicida e pompa a pressione elettrica o manuale. Ilpersonale è dotato di alta visibilità specifica e si muoverà in tutto il territorio suddiviso in settori. I trattamenti verrannotracciati con apposito sistema gps, per verificare la corretta erogazione tombino per tombino.I passaggi saranno 4 e saranno segnalati sul tombino con un colore diverso : a maggio con il VIOLA, giugnoROSSO, luglio VERDE, agosto ORO, settembre BLUNei cimiteri sono stati posizionati contenitori di sabbia da cui attingere per riempire i vasi vuoti o quelli con fiori finti.Quindi nessun allarme. Poche facili regole che troverete nel Manuale informativo che verrà distribuito.A tal proposito è stata anche emessa una specifica ordinanza numero 23 del 19 aprile 2016.
 

 

Siti di interesse per la regolazione dei rifiuti

Siti di interesse per la regolazione dei rifiuti

 

 

Zonizzazione acustica comunale

Zonizzazione acustica comunale

Approvato l'affidamento dello studio per la realizzazione del Piano della zonizzazione acustica in conformità Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14/11/1997 "Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore". 

Il Piano è una azione prevista nel Documento Unico di Programmazione 2015-2018 approvato dalla Giunta Regionale per raggiungere l'obiettivo di ottenimento della conformità normativa e della regolamentazione dei principali aspetti ambientali .

L'affidamento che avrà un importo di circa 5000 € sarà totalmente finanziato dall'Indennità di Disagio per la presenza dell'inceneritore. Nell'anno in corso il Piano verrà adottato dal Consiglio Comunale.

 

 

Distributore dei saponi

Distributore dei saponi


11605 litri di prodotti per la pulizia alla spina erogati dal Distributore a Ospedaletto nel corso del 2015.Sono 11000 quindi i flaconi riutilizzati . Sono 11.000 flaconi in meno di rifiuto .Sono un totale di 776 kg di plastica non prodotta.Dalla sua installazione sono 29500 i flaconi in plastica riutilizzati e 2000 kg di plastica non prodotti.

 

 

Analisi semestrali acqua potabile Distributori

Analisi semestrali acqua potabile Distributori

Come raccogliere gli oli alimentari
L'olio non va versato direttamente nel contenitore ma deve essere conferito all'interno di normali bottiglie o flaconi in plastica, chiusi con il loro tappo. L'olio alimentare esausto può essere sempre conferito anche presso le stazioni ecologiche di Hera presenti sul territorio.Un rifiuto altamente inquinante può diventare una risorsa.
Lo scarto dei comuni oli vegetali da cucina costituisce un rifiuto con potere altamente inquinante, in particolare se smaltito attraverso gli scarichi domestici e la rete fognaria. 
Un Kg di olio vegetale esausto può distribuirsi fino a ricoprire una superficie di 1000 mq, inoltre la depurazione delle acque inquinate da olio richiede costi energetici di trattamento fino a 3kWh per ogni Kg impropriamente smaltito, oltre ai costi medi per la manutenzione degli impianti di depurazioneHera, una volta raccolti gli oli alimentari esausti, li avvia a recupero prevalentemente per la produzione di energia in impianti di cogenerazione oppure per la produzione di biodiesel.

Il template specificato non esiste o non è stato scelto alcun template.